Il   Club della Galassia di Padre Nitti

 

Nell’autunno del 2001 la rivista (solitamente scettica sugli UFO) Focus pubblicava in uno special un’intervista a padre Tanzanella-Nitti. Riferiva l’articolo: "Quali conseguenze filosofiche potrebbe avere la scoperta di altre forme di vita intelligente sulla religione pi¨ diffusa del pianeta, il cristianesimo? ‘La fede dell'uomo nell'essere una creatura di Dio, nell'essere stato redento da Cristo e nell'essere destinato a una vita di eterna comunione con Dio, non verrebbe contraddetta da un contatto con civiltÓ extraterrestri’, assicura don Giuseppe Tanzanella-Nitti, docente di Teologia alla Pontificia universitÓ della Santa Croce. ‘D'altronde, la tradizione ebraica e cristiana sull'esistenza degli angeli ci mostra che il senso della creazione non si gioca tutto sul rapporto fra l'uomo e Dio, ma resta aperto su altre creature, le quali hanno una storia di salvezza distinta da quella del genere umano’. Ma la rivelazione del Signore sul monte Sinai vale anche per gli abitanti di altri pianeti? ‘Non conosciamo a priori i piani di Dio’, risponde Tanzanella-Nitti: Nel Club della Galassia potrebbe forse toccare ai terrestri il compito di parlare di un creatore".

 

 

 

 

 

Estratto dal libro "UFO i dossier del Vaticano" di Alfredo Lissoni (Mir edizioni, in uscita a marzo 2002).


Torna alla rubrica ET e il Vaticano