La classificazione Vallèe

Jacques Vallée ha inventato un sistema di classificazione del UFO che è preferito da molti ricercatori di UFO rispetto al sistema di classificazione di Hynek poiché è considerevolmente più descrittivo di quest'ultimo, particolarmente in termini di comportamento segnalato dell'Ufo.

Tipo I (a, b, c, d): osservazione di un oggetto insolito, discoidale, sferico, o di altra geometria, sopra o nelle vicinanze del suolo (ad altezza degli alberi, o più in basso), che possono essere associate con tracce, effetti luminosi e o meccanici:
a - al suolo o in prossimità del suolo;
b - sopra o nelle vicinanze di uno specchio d'acqua;
c - gli occupanti sembrano mostrare interesse nei testimoni dell'avvistamento per via di gesti o di segnali luminosi;
d - l'oggetto sembra "esplorare" un veicolo terrestre.

Tipo II (a, b, c): osservazione di un oggetto insolito, di forma cilindrica verticale nel cielo, associato con una formazione nebulosa estesa. A questo fenomeno sono stati dati i vari nomi quali "nube-sigaro" o "nube-sfera":
a - muovendosi irregolarmente attraverso il cielo;
b - l'oggetto è stazionario e alcuni oggetti secondari (a volte citati come "oggetti satelliti") si muovono intorno ad esso;
c - l'oggetto è circondato da molti oggetti secondari.

Tipo III (a, b, c, d, e): osservazione di un oggetto insolito, di figura sferica, discoidale o ellittica, stazionaria nel cielo.
a - librandosi fra due periodi di movimento con la discesa "a foglia morta", su e giù, o con movimenti "pendolari";
b - interruzione del volo continuo con fasi di stazionamento;
c - modifica la sua forma mentre si libra nel cielo - per esempio, cambiamento della luminosità, generazione di oggetto secondari, ecc.
d - "duello" o sciamìo fra parecchi oggetti;
e - la traiettoria si è alterata bruscamente durante il volo continuo per librarsi lentamente sopra una particolare zona.

Tipo IV (a, b, c, d):- osservazione di un oggetto insolito in volo continuo.
a - volo continuo;
b - traiettoria influenzata da un altro velivolo convenzionale;
c - volo di formazione;
d - ondulato o traiettoria di zigzag.

Tipo V (a, b, c): osservazione di un oggetto insolito dell'apparenza indistinta, cioè, sembrante essere non completamente materiale o solido in struttura.
a - oggetti luminosi "sfocati" dal diametro esteso;
b - oggetti luminosi dall'apparenza "stellare" priva di movimento per lunghi periodi;
c - oggetti luminosi dall'apparenza "stellare" che velocemente attraversano il cielo, possibilmente con "peculiari" cambi di traiettoria.

 

Il sistema di classificazione di VALLEE cataloga i vari tipi di UFO e esperienze del paranormale nel modo inventato dal Dr. Jacques Vallée e ora  usato più  spesso al posto del Sistema di Classificazione di HYNEK in quanto dà al lettore un sommario più  particolareggiato di un caso. Le categorie sono le seguenti... 

AN = Caso relativo a visualizzazioni anomale

AN1 anomalie che non hanno effetti fisici e durevoli. Per esempio luci amorfe, esplosioni inspiegate. 
AN2 anomalie che possono effetti fisici e durevoli. Per esempio poltergeists, oggetti materializzati, aree di erba appiattita, cerchi nel grano. 
AN3 anomalie con entità associate. Per esempio fantasmi, yetis, spiriti, folletti e le altre entità  mitiche / leggendarie. 
AN4 interazione del testimone con le AN3 entità. Per esempio esperimenti della zona al limite della morte , miracoli religiosi e visioni, OBE (esperimenti relativamente al fuori-dal-corpo). 
AN5 rapporti anomali di danni e morti. Per esempio SHC (combustone umano e spontanea), ferite inspiegate cos“ come guarigioni permanenti e tutto quello che  il risultato di un paranormali esperimenti. 

MA = Caso di stima da terra
Descrive visualizzazioni di un UFO. é analogo alla luce notturna, luce diurna, disco volante e avvistamenti Radar di Hynek. 

MA1 si osserva un UFO che viaggia in una traiettoria discontinua; per esempio gocce verticali, manovre o cappi. 
MA2 MA1 più alcuni effetti fisici causati dall'UFO. 
MA3 MA1 più alcune entità hanno osservato a bordo. Per esempio i casi dell'aeronave del tardo diciannovesimo secolo. 
MA4 manovre accompagnate da un senso di trasformazione della realtà per l'osservatore. 
MA5 una manovra che dà luogo a un danno permanente o morte del testimone. Per esempio vedi il caso CASH/LANDRUM

FB = Caso di stima in volo

FB1 un semplice avvistamento di un UFO viaggiante in una linea diritta attraverso il cielo. 
FB2 FB1 accompagnati da evidenza fisica. 
FB3 un volo dove entità sono osservate sull' asse (raro). 
FB4 un volo dove il testimone sperimenta una trasformazione della realtà nell'oggetto o sui suoi occupanti. 
FB5 un volo dove il testimone soffrirebbe danni permanenti o morte. Ad esempio il Caso di CASH/LANDRUM.


CE = Caso di stima probabile di combattimento.
Simile alla tab. Hynek con stima di probabile combattimento. 

CE1 UFO  an non pi di 500 piedi del testimone, ma nessuno effetto  sofferto dal testimone o l'area circostante. 
CE2 un CE1 che nella partenza compie tracce o danni al testimone. 
CE3 entità che sono state osservate sull'UFO. 
CE4 il testimone  stato rapito. 
CE5 CE4 i cui risultati sono danni psicologici e permanenti o morte. 

SVP = Peso della credibilità
Sono definite tre serie composte da cifre da zero fino a quattro: affidabilità della fonte (prima serie), visita del luogo (seconda serie) e possibili chiarimenti (terza serie). Una stima di 222 o pi alta indica un caso riportato da una fonte affidabile, il luogo  stato visitato e una spiegazione naturale richiederebbe una modifica notevole di almeno un parametro. 

Fonte Affidabilità  (prima serie)
0 fonte ignota o inattendibile. 
1 rapporto attribuito a una fonte nota di ignoto o affidabilità non soppesata. 
2 fonte affidabile, "di seconda mano". 
3 fonte affidabile, "di prima mano". 
4 intervista "di prima mano" personale col testimone da una fonte di affidabilità verificata. 

Luogo Visita  (seconda serie)
0 nessuno visita di luogo, o risposta ignoto. 
1 visita di luogo da una persona casuale non familiare con i fenomeni. 
2 luogo visitato da persone familiari con i fenomeni. 
3 visita di luogo da un investigatore affidabile con alcuni apparecchi sperimentali. 
4 visita di luogo da un analista specializzato. 

Possibile Spiegazioni  (terza serie)
0 dati costante con uno o più  naturali cause. 
1 spiegazione naturale richiede solamente una leggera modifica dei dati. 
2 spiegazione naturale richiede una modifica notevole di un parametro. 
3 spiegazione naturale richiede una modifica notevole di molti parametri. 
4 nessuna spiegazione naturale possibile, dato l'evidenza. 

 

 

 


Torna alla pagina delle FAQ